Il Salotto dei Libri Nardini Editore al Salone del Restauro di Ferrara – Il programma degli incontri

Il Salotto dei Libri Nardini Editore al Salone del Restauro di Ferrara - Il programma degli incontri

Ferrara, Salone del Restauro, 18-19-20 settembre
Il programma del Salotto dei Libri, spazio aperto gestito da Nardini Bookstore.
IL SALOTTO DEI LIBRI è allo Stand Nardini Editore, Padiglione I


IMPORTANTE! Per entrare gratuitamente al Salone del Restauro è necessario pre-registrarsi online entro il 16 settembre alla pagina http://www.webland2000.com/restauro2019/ . Fatelo subito! Vi aspettiamo.


 

Mercoledì 18 settembre
Ore 11
Apertura Salotto dei Libri e presentazione del programma degli incontri e delle novità di Nardini Editore.

Ore 11.30 – 12.15
Libro, beni culturali e realtà aumentata: le nuove frontiere dell’editoria. Il mondo digitale e il libro cartaceo. Incontro con OFFICINE VALIS e le proposte innovative per dare vita alle pagine stampate, ai materiali promozionali museali, turistici e per la conservazione dei beni culturali.
Partecipano: Luigi Grimaldi e Daniele Mu (officine Valis), Ennio Bazzoni (Nardini Editore)

Ore 12.30 – 13.15

Spazio disponibile

————-

Ore 14.00 – 15.00
GRAZIE, ANDREA! Il saluto ad Andrea Galeazzi: il ricordo del responsabile del settore Restauro in Nardini Editore negli interventi (non programmati) degli amici e degli autori: chiunque potrà intervenire parlando del suo rapporto con Andrea, del lavoro comune, delle idee e del suo lascito, ad alcuni mesi dalla sua scomparsa. Vi invitiamo a partecipare! Sarà il modo, semplice come avrebbe voluto lui, di salutarlo e di ringraziarlo. Questo è il primo anno senza Andrea, che è stato presente in tutte le edizioni del Salone.

Ore 15.30 – 16.15
La cooperazione fra restauro italiano e università internazionali: proposta di lavoro comune fra Victoria University of Wellington – VUW (Nuova Zelanda) e Università Suor Orsola Benincasa – UNISOB Napoli.
Esplorare le reali possibilità di collaborazione per valorizzare e far comunicare fra loro i diversi approcci alla conservazione dei beni culturali e alle tradizioni, per trasmettere le effettive opportunità per studenti e restauratori in Paesi lontani. L’utilità della cooperazione fra centri di studio, musei e professionisti.
Partecipano: Carolina Izzo (VUW) e Monica Martelli Castaldi (UNISOB).

Ore 16.30 – 17.15
Un libro sul restauro degli arazzi e un articolo sul paramento di Innocenzo X in via d’essere completati.
Pertegato/Galeazzi: works in progress
Con Francesco Pertegato

Ore 17.30 – 18.15
Libro, beni culturali e realtà aumentata: le nuove frontiere dell’editoria. Il mondo digitale e il libro cartaceo. Incontro con OFFICINE VALIS e le proposte innovative per dare vita alle pagine stampate, ai materiali promozionali museali, turistici e per la conservazione dei beni culturali.
Partecipano Luigi Grimaldi e Daniele Mu (officine Valis), Ennio Bazzoni (Nardini Editore)

Giovedi 19 settembre

Ore 10.30 – 11.15

Spazio libero

Ore 11.30 – 12.15
L’architettura rurale come occasione di crescita per le aree interne. Linee guida alla conoscenza e alla conservazione del patrimonio architettonico montano rurale. L’esempio della Valle Trompia.
Partecipano Barbara Scala e Cristina Boniotti (Università di Brescia)
 
Ore 12.30 – 13.15
I nuovi polimeri per il restauro. Presentazione in anteprima della collana HERITAGE, MAINTENANCE, INNOVATION – Ricerca e innovazione al servizio del restauro, a cura di Giovanna C. Scicolone, Nardini Editore. La collana, che vedrà il primo titolo in uscita entro il 2019, sarà composta da volumi che tratteranno i nuovi interventi conservativi, e i relativi nuovi polimeri per effettuarli, sulle varie tipologie di opere d’arte. Si tratta dei risultati di un progetto multidisciplinare (approvato dal MIUR) il cui obiettivo è realizzare strumenti (dalla chimica all’informatica) che consentano di trasformare il restauro da manutenzione straordinaria in ordinaria, minimizzando il degrado e la perdita di valore dell’opera.
IN QUESTA COLLANA I LIBRI PRENDONO VITA. Con l’occasione verrà presentato il progetto dell’uso in questi volumi della Realtà Aumentata per l’arricchimento di informazioni digitali, video e immagini, permesso dall’utilizzo combinato del libro fisico e di uno smartphone e realizzato attraverso un’apposita applicazione gratuita per l’acquirente del libro. Le immagini del volume prendono vita e consentono di fruire di contenuti video, audio, ricostruzioni 3D, rassegne fotografiche, animazioni.
Partecipano: Giovanna C. Scicolone, Chiara Serafino, Sara Belloni, Alice Toniolo, Antonio Sansonetti, Laura Baratin, Francesca Gasparetto, Giulia Dall’Igna.
Con l’intervento di Luigi Grimaldi e Daniele Mu di Officine Valis.
————-
Ore 14.45 – 15.30
APLAR 6. Applicazioni Laser nel Restauro. I Laser in combinazione con… Presentazione del nuovo volume contenente gli Atti del Convegno APLAR 6 svoltosi a Firenze nel 2017. Nell’occasione di Ferrara si presenterà anche la Call di APLAR 7 (Palazzo Ducale di Venezia, 7-8 novembre 2019). APLAR 6 ha avuto per tema “I laser in combinazione con…“, un corollario sottile, volto a fare il punto sulle potenzialità di uso combinato della tecnologia laser con altre tecniche conservative, tradizionali o innovative, con il fine di raggiungere un risultato più vicino alle esigenze e all’etica della conservazione.
Partecipano: Giancarlo Lanterna, Anna Brunetto
 
Ore 15.45 – 16.30
Riscoprire il gesso.
Nuove opportunità per l’edilizia sostenibile e per la conservazione del patrimonio. La cultura materiale.
Anteprima del libro e dell’e-book in uscita con Nardini Editore entro il 2019.
Dal ruolo marginale del tema “gesso” nella storia dell’arte e nella storia delle tecniche costruttive alla nuova consapevolezza dell’importanza del suo impiego che consente di annoverarlo tra i materiali fondamentali nella produzione artistica e architettonica su scala mondiale, con particolare riferimento all’ornamentazione plastica. Rilevante è l’impiego nell’isolamento termico, come materiale ignifugo, versatile, economico e dalle notevoli prestazioni fisiche.
Partecipa: Lisa Accurti – architetto, PhD in Conservazione dei Beni Architettonici e ambientali, e specialista in Restauro dei Monumenti.
 
Ore 16.45 – 17.30
BIOARCHITETTURAAppunti per una città sostenibile.
Anteprima del libro in uscita con Nardini Editore entro il 2019.
La riconversione ecologica del costruito per una maggiore qualità ambientale e sociale – L’ecologia applicata al costruire – Le radici del pensiero Bioarchitettura – Biourbanistica ed espansione a costo zero – Uso dei materiali alternativi in architettura – La città attrattiva e sostenibile – Ambiente abitato, cambiamenti climatici e salute…
Partecipano gli architetti Giulia Bertolucci, Maria Grazia Contadini, Rodolfo Collodi, Stefano Tonelli (INBAR- Istituto Nazionale di Bioarchitettura – sez. Lucca)

 
Venerdì 20 settembre

Ore 10.30 – 11.15

Spazio disponibile

Ore 11.30 – 12.15
La pietra serena del Rinascimento fiorentino. Catalogazione degli utensili e loro utilizzo
Da una ricerca, una mostra e un libro in preparazione. La lavorazione della pietra serena estratta dalle cave del territorio di Fiesole (Firenze) comprende le tecnologie e le operazioni che producono un’azione meccanica sul materiale: dalla cavatura alla sbozzatura, dalla posa in opera alla finitura. La pietra che ha reso straordinari i particolari degli edifici storici dell’area di Firenze poteva e può essere lavorata con strumenti e attrezzi la cui storia e il cui utilizzo sono un tutt’uno con la stessa pietra e con le generazioni di cavatori. Una cultura popolare ma anche una sapienza tecnica che deve essere conservata. La ricerca, realizzata da Elena Maria Petrini, presenta la collezione del Maestro Scalpellino Enrico Papini. L’approccio scientifico sul migliore utilizzo degli strumenti e sulle tracce lasciate sui manufatti permette di studiare i processi di degrado dei paramenti lapidei ai fini della conservazione.
Partecipa Elena Maria Petrini.
 
Ore 12.30 – 13.15
Libro, beni culturali e realtà aumentata: le nuove frontiere dell’editoria. Il mondo digitale e il libro cartaceo. Incontro con OFFICINE VALIS e le proposte innovative per dare vita alle pagine stampate, ai materiali promozionali museali, turistici e per la conservazione dei beni culturali.
Partecipano Luigi Grimaldi e Daniele Mu (officine Valis), Ennio Bazzoni (Nardini Editore)
 
Ore 12.30 – 13.15
Spazio disponibile

 

Nardini Editore Media partner del Salone del Restauro di Ferrara 2019

Nardini Editore Media partner del Salone del Restauro di Ferrara 2019

Vi aspettiamo al Salone Internazionale del Restauro, dei Musei e delle Imprese Culturali, Ferrara Fiere Congressi, dal 18 al 20 settembre 2019, alla Stand Nardini Editore (Pad. 1, Stand C2-D1)

Vi ricordiamo che poter entrare gratuitamente è necessaria la pre-registrazione online sul sito del Salone entro il 16 settembre alla pagina http://www.webland2000.com/restauro2019/. Per tutti gli altri il costo d’ingresso è di Euro 15,00.

Anche per la XXVI edizione il Salone prevede la presenza di prestigiosi partner e autorevoli realtà pubbliche e private. È riconfermata la partecipazione del MiBAC – Ministero per i beni e le attività culturali, il quale ha individuato nel Salone la cornice perfetta per presentare e affrontare alcuni dei temi più attuali relativi alle imprese culturali e alla loro fruizione. Saranno,
inoltre, presenti: la Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali; Assorestauro – Associazione italiana per il restauro architettonico, artistico, urbano; Federculture; ANMLI, Associazione Nazionale dei Musei di Enti Locali e Istituzionali; la Regione
Emilia-Romagna; la CNA Emilia-Romagna; il Clust-ER BUILD Emilia Romagna; la Provincia di Ferrara; l’Università degli Studi di Ferrara; il SMA – Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Bologna; ICOM Italia, il principale network italiano di musei e
professionisti museali; Mad’in Europe, il portale europeo dei restauratori di beni culturali e dei professionisti nei mestieri dell’artigianato e mestieri d’arte; Assocastelli, l’associazione italiana dei gestori e proprietari di dimore e residenza d’epoca e storiche; il Museo Realtà Virtuale La Macchina del Tempo; il Museo Hermitage di San Pietroburgo; l’Opificio delle Pietre Dure; il Green Building Council Italia; l’Associazione dei Beni Patrimonio mondiale Unesco; l’ABCOnlus, Associazione Beni Culturali Onlus e molti altri.
Durante il Salone sarà inoltre presentato un progetto inedito e attuale a cura di Letizia Caselli, “Teatr’in Musica. Una voce per i teatri chiusi, inagibili, con restauri complessi”.
Anche per il 2019 il Salone vedrà la presenza delle più importanti aziende italiane e internazionali provenienti da diversi settori nell’ambito dei beni culturali: dal restauro  alla diagnostica, dalle tecnologie ai prodotti e materiali, dall’illuminazione al merchandising museale, dai veicoli d’epoca al restauro di libri antichi.

Per maggiori informazioni e contatti: https://www.salonedelrestauro.com/new/it/home/

Un grande autore torna dagli USA nella sua Roma. Mercoledì 31 luglio 2019

Il libro fiorentino dei morti - di Fulvio Ottaviano. Nardini Editore - Iena Reader

Mercoledì 31 luglio 2019, ore 18:00
Libreria Altroquando, Via del Governo Vecchio, 83, Roma

Presentazione del thriller
IL LIBRO FIORENTINO DEI MORTI
di Fulvio Ottaviano
(Nardini Editore)

FULVIO OTTAVIANO – Scrittore, sceneggiatore, regista,
è nato a Roma e vive a Santa Fe, in New Mexico.
Ha scritto per il grande schermo e per la televisione collaborando con Ettore Scola, Vincenzo Cerami e altre grandi firme del cinema italiano. Nel 1997 è stato premiato con il David di Donatello come miglior regista esordiente. Tra i suoi film ricordiamo “Cresceranno i carciofi a Mimongo” (1996), “Abbiamo solo fatto l’amore” (1997), “Una talpa al bioparco” (2004).
Con “Il libro fiorentino dei morti” mostra una straordinaria vena creativa accompagnata da una inusuale dimestichezza con i dialoghi, che fanno di questo libro una lettura coinvolgente e anche divertente.

A Ruggero Breschi, titolare di un negozio di intimo femminile, “basta un colpo d’occhio per indovinare che marca, colore e tessuto di mutanda siano quelli preferiti da una determinata persona”, ma stranamente, con Klaus Shulte, l’impresa si
presenta particolarmente difficile.
Siamo in una fattoria isolata della campagna senese, ed è proprio da qui che parte la vicenda del Breschi, quarantenne single, quasi esclusivamente interessato al suo business e spesso chiuso nei romantici quanto dolorosi ricordi della sua relazione segreta con Susan Mironi, moglie di uno dei più famosi oncologi della città, tragicamente scomparsa a causa di un incidente.
E certamente questi ricordi avrebbero potuto restare tali, se un giorno, in negozio, non fosse arrivata Miriam, figlia della donna, presenza attraverso la quale Ruggero si trova catapultato nella inimmaginata realtà in cui Susan si muoveva, un mondo fatto di esoterismo e misteriose sette che lo sorprende e lo disorienta spingendolo a chiedersi se quello capitato a Susan sia stato davvero un incidente e, di più, se Susan sia veramente morta.
Alla ricerca della verità, Ruggero parte per un viaggio che lo porterà dalla Svezia alla Germania, una pista che si intreccia
e si confonde tra incubi rivelatori, inaspettati eventi e originali personaggi.
Fulvio Ottaviano entra nei recessi e nei meandri di tante vite private mettendo in scena un noir di solido impianto, volutamente condotto attraverso una scrittura a tratti “cinematografica” capace di rendere il testo visibile, come un film, per regalare al lettore-spettatore la perfetta alternanza di momenti di spietata tensione a scene più leggere, che riescono a commuovere e persino a far sorridere.

Presentano il libro:
– Maria Rosaria Perilli, scrittrice e poetessa, vive a Firenze. Autrice di noir, romanzi e viaggi letterari. Suoi i primi due titoli della collana di Nardini Editore “Città Mai Viste”: “Viaggio a Firenze, di Wiliam Shakespeare” e “Viaggio a Napoli, di Charles Baudelaire”.
– Stefano Petrocchi, storico e critico d’arte, direttore di istituzioni museali e del Polo Museale del Lazio, Si occupa di valorizzazione e tutela delle opere d’arte antica. Autore di vari titoli sulla pittura del Rinascimento fiorentino e romano e di presentazioni e cataloghi di mostre di artisti contemporanei.

Apre la mostra ‘Annunciazioni ‘Crivellesche’ tra Marca e Abruzzo: il ritorno delle opere di Rotella nelle terre ferite dal sisma’. Musei Sistini con catalogo Nardini Editore

annunciazioni crivellesche - Musei Piceni - Nardini Editore

Sarà Peter Aufreiter, il direttore austriaco della Galleria Nazionale delle Marche di Urbino, a presentare domani sabato 20 luglio alle ore 17.30 presso il Museo di arte sacra di Rotella il catalogo (Nardini editore FI)  della mostra ‘Annunciazioni ‘Crivellesche’ tra Marca e Abruzzo: il ritorno delle opere di Rotella nelle terre ferite dal sisma’.

Il nucleo centrale della mostra è costituito dal ritorno a Rotella dopo 100 anni di un gruppo scultoreo tardogotico, raffigurante l’angelo annunziante e la Vergine annunciata della fine del 1400; le sculture infatti furono vendute nel 1919 dall’allora parroco e acquisite dalla Galleria Nazionale delle Marche attraverso il Soprintendente Luigi Serra.  Oggi le due sculture fanno bella mostra lungo il percorso della Galleria di Urbino ed è stato proprio il Direttore Aufreiter ad acconsentire  al prestito temporaneo per la mostra di Rotella facendo ricongiungere le sculture alla loro comunità.

Ad esse si sono affiancati altri gruppi scultorei dello stesso soggetto che sono stati accostati a quello di Rotella da importanti storici dell’arte dagli anni Trenta in avanti e che oggi si possono ammirare finalmente insieme per la prima volta. Primo tra tutti quello del museo fiorentino del Bargello in pietra della Maiella proveniente dall’Abruzzo (esposto al Bargello nel salone di Donatello ma talmente in alto da non poter essere ammirato) e quello raffinatissimo e prezioso proveniente dalla Galleria Nazionale dell’Umbria oltre a quello dalla pinacoteca di Ripatransone, una croce con un niello raffigurante l’annunciazione proveniente da Monteleone di Fermo, un arazzo fiammingo realizzato da un atelier di Bruxelles e ora conservato nella Pinacoteca di Fermo insieme ad altre opere ancora.

Peter Aufreiter introdurrà domani la pubblicazione del catalogo della mostra mentre il dott. Alessandro Marchi del Polo Museale dell’Emilia Romagna potrà esporre più direttamente le varie opere presenti nel catalogo; fino a qualche anno fa era un funzionario storico dell’arte della Soprintendenza di Urbino e conosce benissimo il nostro territorio.

Infine la nota casa editrice che ha pubblicato il catalogo è la nota casa fiorentina ‘Nardini Editore’ che ancora una volta felicemente sposato la causa di pubblicare un catalogo dei Musei Sistini del Piceno.

Curatori: Paola Di Girolami, Alessandro Marchi e Massimo Papetti

Autori dei saggi: Paola Di Girolami, Alessandro Marchi, Alessandro del Priori e Giuseppe Capriotti.

Nardini non va in vacanza!

Nel periodo estivo, Nardini Editore rimarrà operativo. Potrete quindi continuare ad acquistare regolarmente sul nostro sito e a contattarci per qualsiasi esigenza a [email protected]. In questi giorni non solo evaderemo regolarmente gli ordini ma continueremo con nuove offerte su tutto il nostro catalogo non solo professionale, ma di narrativa, viaggio e varia.
Anche il nostro Bookstore di Firenze, in Via delle Vecchie Carceri rimarrà aperto, ad eccezione dei giorni dal 10 al 18 agosto. Vi aspettiamo

 

Presentazione di “Il libro fiorentino dei morti”

Il libro fiorentino dei morti - di Fulvio Ottaviano. Nardini Editore - Iena Reader
Giovedì 11 luglio 2019 ore 18
Al Nardini Bookstore di Firenze, Via delle Vecchie Carceri (Murate)
Presentazione del libro
Il libro fiorentino dei morti
di Fulvio Ottaviano
A Ruggero Breschi, titolare di un negozio di intimo femminile, “basta un colpo d’occhio per indovinare che marca, colore e tessuto di mutanda siano quelli preferiti da una determinata persona”: stranamente con Klaus Shulte l’impresa si presenta particolarmente difficile. In una fattoria isolata della campagna senese parte la vicenda del Breschi, quarantenne single, interessato solo al suo business e spesso chiuso nei romantici quanto dolorosi ricordi della sua relazione segreta con Susan Mironi, moglie di uno dei più famosi oncologi della città, tragicamente scomparsa in un incidente. I ricordi avrebbero potuto restare tali, se un giorno, in negozio, non fosse arrivata Miriam, figlia della donna, presenza attraverso la quale Ruggero si trova catapultato nella inimmaginata realtà in cui Susan si muoveva, un mondo di esoterismo e misteriose sette che lo sorprende e lo disorienta spingendolo a chiedersi se quello capitato a Susan sia stato davvero un incidente e se Susan sia veramente morta. Un viaggio in Svezia e Germania, una pista che si intreccia e si confonde tra incubi, inaspettati eventi e originali personaggi.
Un noir di solido impianto, condotto attraverso una scrittura a tratti “cinematografica” capace di rendere il testo visibile, come un film, per regalare al lettore la perfetta alternanza di momenti di spietata tensione a scene leggere che riescono a commuovere e a far sorridere.
Partecipano, con l’autore:
Silvia Scola, sceneggiatrice, regista, ha scritto numerosi sceneggiati radiofonici, cinematografici e televisivi e ha collaborato con i nomi più noti del cinema italiano. Figlia del grande regista Ettore Scola, ne cura a Roma lo straordinario Archivio. Fra i lavori più noti e premiati, il film La cena (1998), Concorrenza sleale (1999), Gente di Roma (2001), Sergio Amidei ritratto di uno scrittore di cinema (2005).
Maria Rosaria Perilli, scrittrice e poetessa, ha vinto numerosi premi letterari in Italia e ha pubblicato con Nardini Editore il noir Nero Vanessa e i primi due titoli della collana di viaggi letterari immaginari Città Mai Viste, Viaggio a Napoli, di Charles Baudelaire, e Viaggio a Firenze, di William Shakespeare.
L’autore del libro, Fulvio Ottaviano
Scrittore, sceneggiatore, regista, è nato a Roma e vive a Santa Fe, in New Mexico. Ha scritto per il grande schermo e per la televisione collaborando con Ettore Scola, Vincenzo Cerami e altre grandi firme del cinema italiano. Nel 1997 è stato premiato con il David di Donatello come miglior regista esordiente. Tra i suoi film ricordiamo Cresceranno i carciofi a Mimongo (1996), Abbiamo solo fatto l’amore (1997), Una talpa al bioparco (2004).
A Ruggero Breschi, titolare di un negozio di intimo femminile, “basta un colpo d’occhio per indovinare che marca, colore e tessuto di mutanda siano quelli preferiti da una determinata persona”: stranamente con Klaus Shulte l’impresa si presenta particolarmente difficile. In una fattoria isolata della campagna senese parte la vicenda del Breschi, quarantenne single, interessato solo al suo business e spesso chiuso nei romantici quanto dolorosi ricordi della sua relazione segreta con Susan Mironi, moglie di uno dei più famosi oncologi della città, tragicamente scomparsa in un incidente. I ricordi avrebbero potuto restare tali, se un giorno, in negozio, non fosse arrivata Miriam, figlia della donna, presenza attraverso la quale Ruggero si trova catapultato nella inimmaginata realtà in cui Susan si muoveva, un mondo di esoterismo e misteriose sette che lo sorprende e lo disorienta spingendolo a chiedersi se quello capitato a Susan sia stato davvero un incidente e se Susan sia veramente morta. Un viaggio in Svezia e Germania, una pista che si intreccia e si confonde tra incubi, inaspettati eventi e originali personaggi.
Un noir di solido impianto, condotto attraverso una scrittura a tratti “cinematografica” capace di rendere il testo visibile, come un film, per regalare al lettore la perfetta alternanza di momenti di spietata tensione a scene leggere che riescono a commuovere e a far sorridere.
Partecipano, con l’autore:
Silvia Scola, sceneggiatrice, regista, ha scritto numerosi sceneggiati radiofonici, cinematografici e televisivi e ha collaborato con i nomi più noti del cinema italiano. Figlia del grande regista Ettore Scola, ne cura a Roma lo straordinario Archivio. Fra i lavori più noti e premiati, il film La cena (1998), Concorrenza sleale (1999), Gente di Roma (2001), Sergio Amidei ritratto di uno scrittore di cinema (2005).
Maria Rosaria Perilli, scrittrice e poetessa, ha vinto numerosi premi letterari in Italia e ha pubblicato con Nardini Editore il noir Nero Vanessa e i primi due titoli della collana di viaggi letterari immaginari Città Mai Viste, Viaggio a Napoli, di Charles Baudelaire, e Viaggio a Firenze, di William Shakespeare.
L’autore del libro, Fulvio Ottaviano
Scrittore, sceneggiatore, regista, è nato a Roma e vive a Santa Fe, in New Mexico. Ha scritto per il grande schermo e per la televisione collaborando con Ettore Scola, Vincenzo Cerami e altre grandi firme del cinema italiano. Nel 1997 è stato premiato con il David di Donatello come miglior regista esordiente. Tra i suoi film ricordiamo Cresceranno i carciofi a Mimongo (1996), Abbiamo solo fatto l’amore (1997), Una talpa al bioparco (2004).

Andrea Galeazzi ci ha lasciato

Amici, giovedì 21 sera, dopo una lunga malattia, si è spento Andrea Galeazzi. Un amico con il quale abbiamo percorso un lungo tratto di strada. Oltre che un grande professionista e direttore di Kermes. Con lui se ne va un pezzo di storia della Nardini. Chi, come noi, lo ha conosciuto sa benissimo quali qualità umane possedesse, anche se talvolta poteva dare l’impressione di una certa rigidità. In realtà, e abbiamo avuto modo di riscontrarlo, il suo era un animo sensibile e aperto alla conoscenza.
Chi volesse salutarlo per l’ultima volta, può farlo alle Cappelle del Commiato di Careggi, dalle 15.00 circa di oggi alle 14.00 di domani. Per volere della famiglia, le esequie verranno celebrate in forma strettamente privata.
I suoi amici di Nardini Editore e collaboratori si stringono attorno alla famiglia in questo momento. Cercheremo di ricordarlo e di mettere a frutto il suo lavoro di tutti questi anni. Sapendo che ci sarà sempre vicino in un mondo difficile come quello dell’editoria di qualità Ciao Andrea!

Le pubblicazioni dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria disponibili su Nardini Bookstore

le forme vascolari eta del rae italia centrale

Da oggi, sul Nardini Bookstore potrete trovare le pubblicazioni del prestigioso Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria. I più recenti e autorevoli contributi in materia per gli studiosi, gli archeologi, gli specialisti e i semplici appassionati. Strumenti fondamentali a un prezzo che solo Nardini Bookstore ti può offrire.

https://www.nardinieditore.it/categoria-prodotto/bookstore/restauro-archeologico-libri-bookstore/

Nasce il Salotto dei Libri. Sconti del 25% e del 30% sui titoli del Bookstore!

nardini-editore

Da gennaio il Nardini Bookstore si trasforma e diventa Il Salotto dei Libri. Un ambiente piacevole nel quale discutere di libri, beni culturali e molto altro, a stretto contatto con un marchio editoriale prestigioso e che si accinge a festeggiare i suoi primi cinquanta anni di vita. Un luogo, insomma dove non solo si discute ma i libri si concepiscono e si realizzano. Un laboratorio culturale open space.

Per prepararsi a questo cambiamento, il Nardini Bookstore propone online, con uno sconto del 25% e del 30% un’ampio elenco di titoli di restauro, arte, architettura e molto altro fino a esaurimento. Un’occasione unica e irripetibile per acquistare i titoli che vi interessano a uno sconto molto interessante. E inoltre, per acquisti oltre i 50 euro, il trasporto, con corriere espresso, è gratis!

Vi ricordiamo che la pagina del Nardini Bookstore è:
https://www.nardinieditore.it/categoria-prodotto/bookstore/

Sul menu di destra potete selezionare la categoria che vi interessa. Potete pagare con carta di credito, paypal o bonifico bancario. Ma affrettatevi! L’offerta vale solo fino ad esaurimento.

Sospensione servizio spedizione con piego di libri

In considerazione dei tanti disservizi postali segnalati in questi giorni, dal 1 dicembre 2018 siamo costretti a sospendere il servizio di spedizione tramite piego di libri postali. Da tale data, tranne che per il ritiro al Nardini Bookstore di Firenze, che rimane gratuito, saremo costretti a chiedere un contributo per la spedizione tramite corriere espresso per acquisti fino a 50 euro complessivi e tramite piego di libri raccomandato (In entrambi i casi una parte del costo rimane a carico di Nardini Editore). Oltre tale cifra non ci sarà nessun addebito per la spedizione tramite corriere.
Esprimiamo il rammarico di dover operare una scelta di tal genere, ma il costo dell’inefficienza di Poste Italiane è diventato tale da costituire un danno per noi insostenibile. In ogni caso, non effettueremo più alcuna spedizione non tracciabile, eccezion fatta per i fascicoli delle riviste inviati in abbonamento postale.