Quale cura per i territori storici? Riflessioni sulle prospettive di poter operare perché il fare umano sia integrativo e non distruttivo della bellezza del mondo

16,90 14,37

EBOOK IN FORMATO DIGITALE PDF
Partendo dalle proposte formulate da Giovanni Urbani con il “Piano Umbria”, redatto dall’ICR nel 1974-75, l’Istituto Mnemosyne ha sollecitato riflessioni che fanno cogliere l’importanza e la qualità di strategie che, pur non negando il restauro, ribadiscono la priorità etico-civile della continuativa cura-salvaguardia delle risorse d’arte dei territori umanizzati (perciò: storici).