Visualizzazione di tutti i 21 risultati

Libri e manuali sul restauro lapideo dei manufatti in pietra. Pietra, marmo, malte, stucchi, gessi. Decorazioni, statue e architetture.

Marmo, travertino, calcare, arenaria e molti altri materiali, da secoli vengono utilizzati per abbellire le facciate di palazzi, come basi e capitelli per colonne, bancali per finestre, colonne, placche superficiali. Le strutture sono costruite in mattoni di argilla, cotti al forno o pietra, scavata e tagliata. Successivamente, vengono ricoperte con malte a base di calce e sabbia: l’intonaco.
Da ultimo, si possono integrare modanature, altorilievi ed inserti vari in stucchi gessosi, variamente modellati.
Il tutto può essere dipinto o decorato con tecniche a fresco, per gli intonaci a base di calce, o a secco.

Altro materiale lapideo diffuso è il calcare.
Per le sculture si privilegiava il marmo, mentre per capitelli, ornamenti, placcature murarie di base, si preferivano materiali meno costosi (travertino, arenaria, pietra serena) o cotto o stucco gessoso.

-5%