Modigliani ritorna a casa: da Nardini

Amedeo Modigliani Vita e Passioni. Nardini Editore

Nel centenario della morte del maestro, Nardini Editore ripubblica la biografia più nota e importante di Amedeo Modigliani, scritta da André Salmon e pubblicata da Nardini nel 1958, in una nuova e più completa traduzione. Con un capitolo inedito.

Un libro che narra anche di quella Parigi cosmopolita che seppe accogliere, valorizzare e riconoscere tanti nuovi e originali talenti provenienti da tutta Europa. La biografia, accompagnata da un adeguato supporto critico e documentario, offre nuove e appassionanti conoscenze sugli anni parigini del più amato pittore del Novecento italiano. La nuova traduzione offre al pubblico per la prima volta e con il permesso dell’erede di Salmon, Jaquelin Gojard, un capitolo mai pubblicato in Italia. Un testo fondamentale per gli amanti di Modigliani e della storia dell’arte del Novecento.

André Salmon, poeta, critico e giornalista francese (1881-1969) è stato nel 1926 il primo biografo del maestro con la pubblicazione Modigliani (Paris, Le Quatre Chemins) e ancora nel 1957 con il volume La vie passionnée de Modigliani, tradotta in italiano l’anno successivo da Nardini Editore con il titolo Modigliani. Vita e Passione.

Cura del volume e traduzione:

Franca Bruera: Professore ordinario di Letteratura Francese presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino, specialista di letteratura del XX secolo di area francese e in particolare studiosa di Guillaume Apollinaire e delle avanguardie storiche. In questo ambito, ha al suo attivo numerose pubblicazioni e studi.

Marilena Pronesti: Dottore di ricerca in Letteratura Francese, specialista e studiosa di André Salmon cui ha dedicato diverse pubblicazioni. Attuale attività: cultrice della materia presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino.

Il cantiere di restauro dell’architettura moderna. Teoria e prassi

Perché e come restaurare un’architettura moderna? Dalla tutela alla progettazione per approdare al cantiere con il supporto delle più nuove tecnologie disponibili nel settore.
Una panoramica sulle questioni di identificazione e tutela del patrimonio dell’ultimo secolo, con alcuni illustri casi studio, contributi tecnici che approfondiscono la conoscenza dei materiali del ‘900 e le modalità di diagnostica per lo stato di conservazione e le problematiche strutturali degli edifici. Tecnologie di rilievo e cantiere e utilizzo di nuove tecniche per conservare le superfici, consolidare le strutture e operare per il loro adeguamento sismico cono alcune delle tematiche che il volume illustra con un ricco corredo di immagini tratte da numerosissimi cantieri.

Liliana Poli. Vita meravigliosa al Museo del ‘900 a Firenze. Mercoledì 29 marzo 2017

Liliana Poli. Vita meravigliosa al Museo del '900 a Firenze. Mercoledì 29 marzo 2017
Mercoledì 29 marzo 2017, ore 17.30
Firenze, piazza S.M. Novella
presentazione del libro e concerto
LILIANA POLI. VITA MERAVIGLIOSA. Autobiografia
La grande voce del Novecento musicale italiano nel nuovo libro della collana “Musica d’Arte a Firenze”, Nardini Editore.
Soprano raffinato, straordinaria voce, grandissima intelligenza musicale: Liliana Poli è stata protagonista di prime esecuzioni storiche documentate da numerose registrazioni. Le sue interpretazioni hanno mostrato un’impostazione operistica, la più efficacemente tradizionale, che poi ha spaziato nella musica del Novecento fino a particolarissime emissioni, in un caleidoscopio che nel tempo ha mantenuto intatta una tecnica prodigiosa.
—————
Intervengono:
Daniele Lombardi,
Elisabetta Benvenuti,
Cesare Orselli,
Mario Sperenzi,
Gregorio Moppi,
Ennio Bazzoni
Programma musicale:
L. Berio, Sequenza per voce sola
A. Berg, Quattro Lieder op. 2
L. Dallapiccola, Quattro liriche di Antonio Machado
J. Cage, Air per voce sola
Eseguono:
Elisa Bonazzi (voce), Gaia Mattiuzzi (voce),
Elisabetta Benvenuti (pianoforte)
A seguire, video su Liliana Poli
Montaggio video curato da Andrea Politi
———–
La presentazione-concerto si concluderà alle ore 19.
Gentilissimi,
lo scorso anno ci ha improvvisamente lasciati una grande artista, il soprano Liliana Poli. Abbiamo perso con lei una donna di grande carattere, sincera e divertente, e una cantante di altissimo livello. Nei mesi scorsi, Nardini Editore ha pubblicato, con il prezioso sostegno di Elisabetta Benvenuti, la forza propositiva di Daniele Lombardi e la cura appassionata di Cesare Orselli, l’autobiografia di Liliana: un libro scritto per chi la conosceva ma anche per chi volesse capire la grandezza e la semplicità di questo grandissimo personaggio.
Nel suo libro, scritto pochi mesi prima della sua scomparsa, Liliana Poli ricorda e racconta le principali tappe della sua carriera e gli incontri che l’hanno resa un vero riferimento per la musica del Novecento oltre che una donna, una moglie e una madre capace di garantire tutti questi ruoli con un’invidiabile autonomia di pensiero e di azioni, insieme a una dimensione originale del rapporto con il suo pubblico e i suoi allievi.
Siamo orgogliosi di presentare il libro in un luogo diventato ormai simbolo delle arti del secolo da poco concluso: infatti mercoledì 29 marzo, presso il Museo Novecento di Firenze, ricorderemo Liliana Poli, la sua carriera, le sue scelte artistiche, le persone che le sono state vicine.
Teniamo molto alla Vostra presenza; siamo certi che Liliana ne sarebbe stata contenta e che ci avrebbe salutato tutti con una battuta, un abbraccio e una nota altissima, accompagnata dal pianoforte sulle musiche dei grandi compositori del Novecento.
—————

Dal Caffè Giacosa a Folon. Viaggio nella Firenze del ‘900 (La Nazione – 18.06.2016)

L’elegante caffè Giacosa, l’avveniristico stadio di Nervi, le deliziose sculture di Folon. E ancora, in ordine sparso, il Cinema Universale con quel suo mondo scapestrato e irriverente, il tè con Mussolini del maestro Zeffirelli, le tracce di Annigoni, il laboratorio dell’Isolotto, perfino il nuovo Palazzo di Giustizia di Novoli. “Firenze, Itinerari del Novecento”, il volume edito da Nardini e curato da Lia Bernini, che ha coordinato gli interventi di numerosi esperti, è un viaggio in una Firenze inedita eppure più vicina a noi di quanto non lo sia il Rinascimento per cui la città è nota in tutto il mondo. L’insolita guida turistica è in vendita in libreria: una passeggiata tra scampoli di memoria e il prese