Ingmar Bergman alle Murate di Firenze

Giovedì 17 settembre 2020, ore 18.30 – Caffè Letterario delle Murate – Piazza delle Murate, Firenze

Presentazione del libro
L’OCCHIO DEL DIAVOLO
Agoni, smarrimenti, riscatti nel cinema di Ingmar Bergman
di Franco Marucci

Primo titolo della collana Blow-Up

Sarà presente l’autore
Presenta Marco Luceri, critico cinematografico del “Corriere Fiorentino
Video di introduzione su schermo digitale

L’occhio del diavolo è un film bergmaniano che è una raffinata variazione ricamata originalmente sulle trame dei due principali e più rivisitati miti occidentali, quelli di Faust e di Don Giovanni. Ma il titolo di questo libro riassume in un esergo fantasioso un filo conduttore che percorre tutta la filmografia del regista. Dalle sue radici luterane Bergman indaga infatti l’agone tra divino e diabolico nella vita umana lasciando all’uomo, sempre preda delle sue allucinazioni e dei suoi smarrimenti, poche possibilità di riscatto. Sennonché il “diavolo” è in fondo Bergman stesso, che con il suo occhio scruta questi agoni “come in uno specchio”, uno specchio nebuloso, offuscato, distorto.

Franco Marucci ha insegnato Letteratura inglese principalmente nell’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove è stato professore ordinario per un venticinquennio. Gli otto volumi della sua Storia della letteratura inglese sono stati pubblicati da Le Lettere, Firenze, 2003-2017, e sono disponibili anche in traduzione integrale inglese (Peter Lang, Oxford, 2018-2019). La sua produzione nell’ambito della letteratura inglese comprende anche svariate monografie critiche su singoli autori, saggi, readers e cure, traduzioni, edizioni di testi. Interessato da sempre ai rapporti tra letteratura e arti, ha scritto sulla filmografia completa di Michelangelo Antonioni e su Luchino Visconti, Federico Fellini, Stanley Kubrick, Woody Allen e altri registi, nel suo blog

Con Ingmar Bergman parte la nuova collana Blow-Up dedicata ai maestri del cinema

Con Ingmar Bergman parte la nuova collana Blow-Up dedicata ai maestri del cinema

Con un titolo dedicato a Ingmar Bergman e alla sua filmografia, Nardini Editore inaugura la collana Blow-up dedicata ai maestri del cinema. La collana vuole essere una lente di ingrandimento sui grandi protagonisti del cinema, per studiare i dettagli e vedere oltre le apparenze.

L’occhio del diavolo è un film di Bergman che è una raffinata variazione ricamata originalmente sulle trame dei due principali e più rivisitati miti occidentali, quelli di Faust e di Don Giovanni. Ma il titolo di questo libro costituisce anche un filo conduttore che percorre tutta la filmografia del regista. Dalle sue radici luterane Bergman indaga infatti l’agone tra divino e diabolico nella vita umana lasciando all’uomo, sempre preda delle sue allucinazioni e dei suoi smarrimenti, poche possibilità di riscatto. Sennonché il “diavolo” è in fondo Bergman stesso, che con il suo occhio scruta questi agoni, queste lotte, “come in uno specchio”, uno specchio nebuloso, offuscato, distorto.

Franco Marucci ha insegnato Letteratura inglese principalmente nell’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove è stato professore ordinario per un venticinquennio. Gli otto volumi della sua Storia della letteratura inglese sono stati pubblicati da Le Lettere, Firenze, 2003-2017, e sono disponibili anche in traduzione integrale inglese (Peter Lang, Oxford, 2018-2019). La sua produzione nell’ambito della letteratura inglese comprende anche svariate monografie critiche su singoli autori, saggi, readers e cure, traduzioni, edizioni di testi. Interessato da sempre ai rapporti tra letteratura e arti, ha scritto sulla filmografia completa di Michelangelo Antonioni e su Luchino Visconti, Federico Fellini, Stanley Kubrick, Woody Allen e altri registi, nel suo blog francomarucci.wordpress.com